il Giornale il Giornale

  • I migranti, tasse e autonomia. Le 3 parole d'ordine di Salvini
    by Angelo Scarano on 27 Maggio 2019 at 09:37

    Matteo Salvini è pronto per accelerare con l'azione di governo. Il leader del Carroccio adesso ha le idee chiare e forte del risultato delle Europee detta la nuova agenda al governo. L'appuntamento più importante è quello della legge di Bilancio. I Cinque spingono per il salario minimo, gli obiettivi della Lega sono altri. E alla luce del risultato delle Europee la linea leghista acquista vigore tra le mura del palazzo di governo. E così il leader della Lega afferma: "Lavoro lavoro lavoro e il lavoro passa da una riduzione delle tasse. La manovra economica di autunno la vogliamo improntare al taglio elle tasse". La flat tax dunque torna al centro dell'agenda leghista come anche la Tav, l'opera che più di ogni altra viene ostacolata dai 5 Stelle. Con la vittoria di Cirio in Piemonte cambia radicalmente l'orientamento sulla Torino-Lione e Salvini rilancia: "Va fatta e subito". Stesso scenario per l'Autonomia che Salvini rivendica e pone sul tavolo del governo.Poi affronta il tema migranti e ribadisce la sua linea dei porti chiusi che può portare a una messa in discussione delle regole comunitarie: "Riace e Lampedusa vedono la Lega primo partito. Segno che la richiesta di immigrazione limitata controllata non è solo un capriccio di Salvini ma la chiedono gli italiani ed è una delle prime battaglie che andremo a vincere nella nuova Europa". Insomma flat tax, immigrazione e Tav sono in cima alla lista del programma che la Lega si appresta a declinare nei prossimi mesi. Ma Salvini sa bene che l'esecutivo di fatto dovrà affrontare un altro braccio di ferro con l'Ue per i conti. E qui arriva una vera e propria "dichiarazione di guerra" a Bruxelles: "So che è in arrivo una lettera da parte della Commissione europea sull"economia. Penso che sia il maturo il momento per rivedere dei parametri vecchi e superati che hanno fatto male all"Europa altrimenti un voto come questo non si spiegherebbe. È un momento maturo per leader europei per ridiscutere parametri bilancio". Insomma la sfida con l'Europa riparte già da questa mattina. Ma stavolta Salvini si gioca il suo 34 per cento sul tavolo delle trattative. Il Def e la legge di Bilancio dunque sono il terreno di battaglia su cui si gioca il futuro del governo e della maggioranza gialloverde. […]

  • Nello studio di Salvini: dalla foto di Baresi al gufo portafortuna
    by Francesca Bernasconi on 27 Maggio 2019 at 09:27

    I dati dei primi exit poll avevano dato la Lega come primo partito italiano. Subito dopo, il vicepremier Matteo Salvini aveva postato su Facebook una foto, che li ritrae con un cartello in mano nel suo studio. Il cartello dice: "Primo partito in Italia, grazie!!". E dietro di lui, si intravedono gli oggetti presenti nel suo studio in via Bellerio.Da buon tifoso milanista, appesa in bella vista al muro, spunta la foto di Franco Baresi, storico capitano del Milan di Sacchi, mentre alle spalle del leader del Carroccio, si intravede il libro dal titolo "Leggenda Milan". Oltre a quello, il Corriere della Sera fa notare che nella libreria spiccano il saggio "La crociata di Himmler", che racconta la spedizione nazista in Tibet, un libro di Lilli Gruber e due guide turistiche: una su Cassano Magnago, paese nel Varesotto, e un'altra su Cornate d'Adda, nel Monzese.[[fotonocrop 1701957]]I dettagli alle spalle del vicepremier sono indicativi dell'ammirazione che Salvini prova verso Vladimir Putin. Lo scorso anno, il leader del Carroccio aveva espresso tutta la sua stima per il presidente russo: "Di uomini come lui- aveva detto- ce ne vorrebbero a decine, in Italia". E, infatti, sulla sua libreria sono presenti un santino che raffigura Putin, un fiocco o una bandierina con i colori della Russia e una foto o una copertina di un libro col volto del presidente russo. Ma Putin non sembra essere l'unico presidente straniero ha trovare posto nello studio di Salvini: su uno scaffale, infatti, si vede anche un cappello, con lo slogan "Make American great again", usato dal presidente americano Donald Trump.Nella libreria prendono posto anche i riferimenti alla Lega: guardando la foto, sulla sinistra si vede l'ampolla bianca con il Sole delle Alpi, contenente l'acqua del Po, e il leone di San Marco. A destra, invece, un gufo sembra augurare a Salvini un futuro da Presidente del Consiglio: "Salvini premier", si legge infatti sotto all'animale.Sul ripiano in basso si intravede un cappello dei carabinieri, davanti a un suo ritratto, che sembra essere recente, mentre sulla parete spuntano due foto che sembrano immortalare una gita scolastica e una squadra di calcio. Nello studio di Salvini non manca nemmeno il riferimento alla religione: alle sue spalle, infatti, è presente un'icona di Cristo.Infine, in bella mostra alle spalle del vicepremier, fa capolino il Tapiro d'oro, ricevuto nel settembre del 2017, per i fondi della Lega che il tribunale di Genova aveva bloccato. […]

  • Mahmood, l'inedita versione per non udenti di "Soldi"
    by Andrea Conti on 27 Maggio 2019 at 09:27

    Si sono spenti i riflettori dell"Eurovision Song Contest 2019 di Tel Aviv con la vittoria del cantautore olandese Duncan Laurence con "Arcade", ma sul web i brani in concorso continuano a vivere. Infatti proprio dai Paesi Bassi, dove si terrà l"edizione 2020 dell"Eurovision, è stata lanciata una iniziativa davvero speciale.Qualche giorno fa, in concomitanza con il via della kermesse internazionale, sono stati diffusi sul canale YouTube dell"emittente Avrotros i video dei brani in gara per non udenti. Diversi interpreti del linguaggio dei segni hanno "tradotto" in tempo reale le parole delle canzoni. E" successo anche per "Soldi" di Mahmood e il risultato è sorprendente. La clip, pubblicata il 12 maggio, ha totalizzato oltre 53mila visualizzazioni.[[youtube BvbKOmlh2TA]]"Soldi" si è classificato al secondo posto con soli 27 punti di distacco dal primo classificato. Mahmood si è aggiudicato anche il Composer Award, il premio assegnato alla miglior composizione in gara, diventando il primo italiano a vincerlo. Qualche altra curiosità: con oltre 1.500.000 di stream su Spotify nelle 24 ore successive alla finale di Tel Aviv, "Soldi" rientra nella Top 50 Globale di Spotify (dopo aver già debuttato a febbraio dopo Sanremo) alla posizione 34, risultando essere in assoluto la più alta nuova entrata di un brano italiano nella classifica. E poi ancora, al numero 41 nella TOP 100 Globale di Apple Music mentre il video dell"esibizione è salito al #1 delle tendenze su YouTube con oltre 4 milioni di visualizzazioni in 24 ore.Segui già la nuova pagina pop de ilGiornale.it? […]

  • Nicole Mazzocato: "Fabio parla male di me? Forse è la fame"
    by Luana Rosato on 27 Maggio 2019 at 09:23

    Si è conclusa ormai da mesi la relazione tra Nicole Mazzocato e Fabio Colloricchio e, ora che lui è uno dei concorrenti di Supervivientes, l"ex tronista ha iniziato a fare delle rivelazioni importanti e inedite sul rapporto vissuto con la ex fidanzata.Sembrava che i due ex protagonisti di Uomini e Donne, dopo quattro lunghi anni di amore, si fossero lasciati in buoni rapporti e, invece, stando alle dichiarazioni che Fabio ha fatto durante la sua partecipazione all"edizione spagnola de L"Isola dei famosi, la relazione tra loro non è stata tutta rose e fiori. Colloricchio, infatti, ha confessato di aver vissuto anni di inferno e, ora che sembra essersi legato alla naufraga Violeta Mangrinan, ha addirittura sostenuto che lei sia molto più bella della ex Nicole.Dichiarazioni importanti che non sono sfuggite a coloro che hanno seguito Colloricchio e la Mazzocato sin dai loro esordi a Uomini e Donne e che, oggi, sono tornati a chiedere a lei come mai Fabio si stia comportando così male nei suoi confronti. Nicole, quindi, ha deciso di replicare una volta per tutte chiarendo che non si spiega i motivi di un tale accanimento nei suoi confronti."Io e lui, (Fabio, ndr) siamo rimasti in buonissimi rapporti e ci siamo salutati con bellissime parole (prima che lui partisse per L"Isola) - ha detto lei in una Instagram story - . Quando mi hanno chiamato dalla Spagna aggiornandomi sulle cose che aveva detto, non ho capito più nulla, non so perché parli così, non so se incidono le dinamiche del programma o la fame...ma francamente non so cosa sia successo". Così, quindi, Nicole spera di mettere una volta per tutte a bada le curiosità dei fan che vorrebbero capire cosa di brutto e tragico sia accaduto nella relazione tra i due ex fidanzati e, chissà, che Fabio nei prossimi appuntamenti con Supervivientes non si lasci scappare delle altre forti dichiarazioni. […]

  • Tajani a Salvini:"Rompi l'alleanza con il M5S"
    by Francesco Curridori on 27 Maggio 2019 at 09:15

    "Gli italiani hanno parlato chiaro, ancora una volta: quello che vogliono è un governo di centrodestra. Variegato, differenziato, con tre forze politiche che siano la vera alternativa a questo esecutivo che li ha delusi". A dirlo in maniera chiara e netta in un'intervista al Corriere della Sera è Antonio Tajani."La Lega cresce molto ma non sfonda da sola, mentre il M5S cala vistosamente, è una vera batosta. Significa che questo governo è stato bocciato dagli elettori", dice il vicepresidente di Forza Italia. Per quanto riguarda il risultato degli azzurri, invece, sottolinea: "Ci davano al 6-7%, in caduta libera. E invece siamo ancora qui, vivi, e soprattutto essenziali in qualsiasi alleanza di centrodestra. Senza di noi non si vince, non esiste uno schema vincente senza i nostri voti". Alla Lega non basterebbe, dunque, un'alleanza soltanto con Fratelli d'Italia. "I numeri dicono che siamo essenziali. Per un governo nazionale e per quelli locali, se è vero che secondo gli exit poll siamo in netto vantaggio anche in Piemonte, con il candidato forzista Cirio", aggiunge Tajani secondo cui a Matteo Salvini non resta che rompere l'alleanza con il M5S. "Sono gli italiani a chiederlo, col loro voto. Sono gli elettori che - spiega il vicepresidente di FI - hanno bocciato la politica dei no dei 5 Stelle, del reddito di cittadinanza, sono loro che chiedono sviluppo, infrastrutture, meno tasse, sicurezza. Quello che il centrodestra può dare, e che oggi deve dare". Secondo Tajani la crisi è vicina "perché il malcontento sta salendo e lo dice non solo il risultato del M5S ma anche i segnali che arrivano alla Lega: la loro crescita è grande, ma non c"è autosufficienza. Evidentemente, andare avanti così danneggia tutti". […]

  • Pacco bomba a Lione, fermate due persone
    by Aurora Vigne on 27 Maggio 2019 at 09:05

    Dopo una vera e propria caccia all'uomo, in Francia sono stati fermati due sospetti per l'esplosione del pacco bomba di venerdì, nel centro di Lione. Lo riferisce il ministero dell'Interno. Nell'attacco sono state ferite in modo lieve tredici persone. Era ricercato un uomo sulla trentina, fuggito a bordo della bici dopo aver posizionato davanti a un panificio in rue Victor Hugo il pacco bomba. Stando a quanto riferito uno dei fermati è uno studenti di ingegneria di 24 anni. Su Twitter, il ministro dell'Interno, Christophe Castaner, ha semplicemente indicato che due sospetti era appena "stati arrestati".Il giorno dell'esplosione, ovvero il 24 maggio, il ministro della Giustizia francese, Nicole Belloubet, aveva affermato che è "troppo presto per parlare di atto di terrorismo". "In effetti - aveva aggiunto ai microfoni di BfmTv - è stato incaricato dell'indagine il procuratore dell'Antiterrorismo ed è stata aperta un'indagine per associazione a delinquere terroristica ma bisogna attendere gli esiti di questa indagine".Un testimone che assistito alla scena aveva raccontato a Le Progrès: "Vivo sopra la Golden Brioche. Ho sentito l'esplosione, poi ho visto fuori, diversi feriti che si rifugiavano in farmacia. Ho visto delle viti rovesciate sull'asfalto".Secondo quanto riportato da Le Figaro, l'uomo fermato non era già noto alle forze dell'ordine. Il fermo del ragazzo, inoltre, è il risultato di un "lavoro di controllo incrociato svolto su reperti sul campo, videosorveglianza e lavoro di polizia effettuato su un Dna ". […]

  • Ora i sovranisti dichiarano guerra a Kurz: in Austria governo in bilico
    by Andrea Muratore on 27 Maggio 2019 at 09:04

    Sebastian Kurz è sull'ottovolante. Il giovane e rampante Primo ministro austriaco ha celebrato nella notte l'apice della sua carriera politica guidando il Partito Popolare Austriaco (Ovp) verso un grande successo alle elezioni europee, con circa il 35% dei consensi, ma è atteso oggi da un appuntamento cruciale per il proseguio del suo percorso di governo.Il Parlamento austriaco, infatti, dovrà votare oggi la fiducia al governo Kurz dopo il rimpasto imposto dal leader dell'Ovp in seguito allo scoppio dello scandalo che ha travolto gli alleati populisti dell'Ovp, il Partito della Libertà (Fpo) e il loro leader Heinz-Christian Strache, ex vicecancelliere e leader della formazione di destra radicale. I fatti sono noti. "Tutto nasce", sottolinea InsideOver, "da un"inchiesta di due giornali tedeschi, il Süddeutsche Zeitung e il Der Spiegel, che hanno pubblicato alcuni video girati con una telecamera nascosta e risalenti ad alcuni mesi prima delle elezioni del 2017. Nelle immagini, si vedono il vice-cancelliere Heinz-Christian Strache - allora soltanto leader del partito di estrema destra Fpo - e il parlamentare Johann Gudenus, a Ibiza, mentre offrono contratti pubblici e favori a un presunto oligarca russo in cambio di aiuti alla campagna elettorale". L'effetto è stato dirompente, e Fpo è stato travolto da una vera e propria slavina che l'ha portato a un deciso calo elettorale e al doppiaggio da parte di Kurz. Il quale nei giorni scorsi è riuscito a smarcarsi abilmente inducendo i ministri del partito alleato alle dimissioni e sostituendoli con tecnici e funzionari di carriera.Il Kurz-bis è atteso oggi alla prova del voto di fiducia. Ma il suo destino è a dir poco incerto. Specie considerato il fatto che proprio l'Fpo non sembra intenzionato a rendere la vita facile all'ex alleato di governo, votando contro la fiducia al governo. "Lo ha annunciato il nuovo leader del partito, Norbert Hofer", scrive l'Agi. "L'Fpo "approverà" la mozione di sfiducia, ha dichiarato dopo una riunione della dirigenza del partito a Vienna. Anche il Partito socialdemocratico ha annunciato domenica sera che avrebbe votato le sfiducia. Le due formazioni insieme hanno la maggioranza assoluta". E per Kurz risulterebbe molto difficile restare in sella fino alle elezioni anticipate convocate per settembre in caso di affossamento del suo esecutivo in Parlamento. Complice il fatto che il Presidente della Repubblica dell'Austria, Alexander van der Bellen, ha avallato la mossa di Kurz di distaccarsi dal Fpo e di convocare elezioni per settembre, spendendo un elevato capitale politico nel supporto al giovane primo ministro. In caso di sfiducia a Kurz, l'ipotesi che sembra affiorare nelle ultime ore è quella di un esecutivo indipendente o tecnico di transizione capace di guidare l'Austria verso la tornata elettorale autunnale. Sono ore concitate a Vienna, Kurz difficilmente potrà godere a lungo del proprio trionfo elettorale. Ma non è detto che essere scalzato dal governo da un'innaturale alleanza tra i due partner di governo con cui l'Ovp ha in passato amministrato il Paese possa essere una sconfitta: l'ipotesi di condurre la campagna elettorale per le politiche dall'opposizione al massimo del proprio consenso politico sarebbe, per Kurz, un assist verso un nuovo successo alle urne. […]

  • M5s ora processa Di Maio. La leadership è a rischio
    by Angelo Scarano on 27 Maggio 2019 at 08:53

    Al tappeto. I Cinque Stelle brancolano nel buio. La batosta si fa sentire. Il 17 per cento, il sorpasso del Pd e la distanza siderale dalla Lega dipingono un quadro davvero drammatico sul piano politico per i 5 Stelle. All'interno del Movimento cominciano a soffiare i venti di rivolta. La leadership di Di Maio a quanto pare non ha portato risultati esaltanti e così gli amici di un tempo diventano nemici. Ecco dunque che gli altri big del Movimento inziano ad accerchiare Di Maio. Carelli non usa giri di parole: "paghiamo per i numerosi errori fatti. Abbiamo sbagliato sui temi, sui toni e sulle persone".Non salva nulla. E così spunta ancora una voplta l'ipotesi di Commissariare il leader, come riporta il Corriere, sta tornando di attualità tra le stanze grilline. Di fatto il ministro del Lavoro si sente accerchiato. Ma la mossa di affidare la gestione di Di Maio e della leadership a un direttorio potrebbe avere un effetto boomerang tutto interno al Movimento portandolo anche all'implosione. Gigino potrebbe usare il ricatto a suo favore minacciando di rompere l'alleanza con la Lega in caso di "processo" grillino alle sue mosse. Una minaccia che farebbe traballare le poltrone di parecchi pentastellati che dovrebbero fare i conti con una fine anticipata della legislatura e con l'abisso delle urne. La regola del doppio mandato infatti vale per tutti i parlamentari. Una rottura del patto di governo porterebbe tanti parlamentari grillini fuori dalle stanze del Parlamento e senza l'opportunità di ricandidarsi. Il processo a Di Maio dunque potrebbe disinnescarsi in nome dello scranno da conservare. Ma di certo il vicepremier grillino potrebbe comunque andare davanti al "tribunale" pentastellato e lasciare il passo a Dibba o a Fico che scalpitano da tempo. Gli scenari all'interno del Movimento sono del tutto imprevedibili. Ma il tramonto di Di Maio pare sia già iniziato. […]

  • Lo Stato islamico annuncia una "calda estate"
    by Franco Iacch on 27 Maggio 2019 at 08:46

    Nel 183esimo numero del settimanale al-Naba, lo Stato islamico annuncia una "calda estate", invocando attacchi incendiari contro le terre degli apostati. Non è la prima volta che i terroristi invocano il fuoco come arma strategica. Al riguardo, esiste una copiosa letteratura jihadista. Il fuoco è un"arma strategica dagli effetti esponenziali, poichè rappresenta un tipo di attacco qualitativamente diverso.Il contatore del Ramadan 2019/1440Al 22esimo giorno di Ramadan, sono 66 gli attentati rivendicati dallo Stato islamico in dodici paesi (dal computo finale vanno escluse le operazioni in Siria ed Iraq). L'ultimo venerdì di preghiera del Ramadan 1440/2019 cadrà il 31 maggio prossimo. Il Ramadan 1440/2019 si concluderà martedì 4 giugno, con l"inizio delle celebrazioni per l"Eid al-Fitr, una delle feste più importanti dell'Islam. L"Eid al-Fitr, letteralmente la festa della fine del digiuno, sancisce l"inizio decimo mese del Calendario lunare islamico, Shawwal.Stato islamico: The Temporary Fall of Cities as a Working Method for the MujahideenNel 183esimo numero del settimanale al-Naba, terzo canale dell"architettura Idra, lo Stato islamico continua ad elargire consigli sulla guerriglia urbana nel quarto approfondimento della rubrica The Temporary Fall of Cities as a Working Method for the Mujahideen. Il primo approfondimento, pubblicato nel 181esimo numero di al-Naba, era dedicato alla velocità di esecuzione ed all'efficienza delle tattiche per colpire i bersagli prescelti, sia interni (province) che esterni (Occidente). Nel primo approfondimento si elargiscono consigli sulla capacità di acquisire informazioni utili (valutazione tattica) da sfruttare per massimizzare l'azione (attentato) in svariati contesti (urbani e non). Nel secondo approfondimento della rubrica sulla guerriglia urbana, pubblicato nel 182esimo numero di al-Naba, si parla della creatività dei piani di azione. Attacchi che dovranno essere "rapidi, letali ed immediati". Al-Naba ripropone il concetto di sopravvivenza ("lasciate l'area dopo l'attacco") che abbiamo visto nell'evoluzione VBIED in contesto urbano, sebbene quest'ultima era concepito per il breve termine. Consigli tattici che possiamo racchiudere in una frase: l'attentato è un'azione asimmetrica, sorprendente e violenta che bilancia immediatamente, ma per un brevissimo lasso di tempo, le forze sul campo. Negli ultimi tre numeri di al-Naba, vi sono contenute delle precise informazioni su bersagli e procedure.I distaccamenti di monitoraggioNegli ultimi tre numeri di al-Naba, lo Stato islamico fa riferimento a delle cellule di monitoraggio attive all'estero. Tali distaccamenti operativi di monitoraggio (non sappiamo se esistano realmente, potrebbe sempre essere propaganda) sarebbero attivi anche sul suolo europeo. Ribadiamo che negli ultimi tre numeri non si fanno riferimenti specifici ad una nazione in particolare, ma si invitano i mujaheddin a fare ricorso alle guide dei distaccamenti operativi di monitoraggio per ottenere informazioni.Stato islamico: "Sarà una calda estate"Da giovedì scorso, gli organi ufficiali dello Stato islamico e le sigle simpatizzanti utilizzano sempre più spesso questa frase يبدو أنه سيكون صيفا ساخنا che potremmo tradurre come "Sembra che sarà una calda estate". Sia al-Naba che le sigle pro-Is come Al-Abd Al-Faqir, hanno dato vita a quella che sembrerebbe essere una nuova campagna mediatica per promuovere attacchi incendiari su larga scala "sulla scia di quelli che hanno devastato gli insediamenti ebraici in Palestina". Nel 183esimo numero del settimanale al-Naba, ad esempio, si legge che "centinaia di ettari di terreni agricoli sono stati incendiati in Iraq e Siria dai combattenti dello Stato islamico". Si annuncia una "calda estate" e si invitano i seguaci ad utilizzare il fuoco per incendiare le terre (non solo in senso bucolico) degli apostati. Non è la prima volta che i terroristi invocano il fuoco come arma strategica. Il fuoco è una opzione rapida che non richiede l"utilizzo di armi, esclude il corpo a corpo e non pressupone il martirio.Il fuoco come arma strategica: tecnologia primitiva ad alto impatto Il fuoco è da sempre un'arma interessante per diversi motivi. Accendere un fuoco richiede poca o nessuna formazione a vantaggio di un immediato ciclo decisionale. Fiamme e fumo possono penetrare le difese con estrema letalità. E' un'arma che bypassa la forza militare convenzionale. Ogni attentato presenta dinamiche particolari, ma gli incendi, primari o secondari, complicano le operazioni di soccorso ed aumentano drasticamente la letalità degli attacchi. Il fuoco può essere un sottoprodotto di un'esplosione e potrebbe essere il risultato di un attacco IED. Il fuoco rende la risposta tattica più difficile ed attrae una copertura globale dei media. Gli attacchi terroristici sono spesso accuratamente coreografati per attirare l'attenzione dei media elettronici e della stampa internazionale. Ecco perché il fuoco è considerato come un"arma strategica dagli effetti esponenziali: rappresenta un tipo di attacco qualitativamente diverso ed imprevedibile per una tecnologia primitiva concentrica ad alto impatto. Il fuoco, associato al fumo, è in grado di disorientante una forza di reazione rapida, inibire l'ingresso verso il bersaglio. A loro volta le fiamme creano perimetri difensivi vivi e pericoli strutturali. Questi fattori rappresentano delle sfide significative per le operazioni antiterrorismo. Un incendio doloso potrebbe essere utilizzato come diversivo, per rallentare o sopraffare i soccorritori (ecco perchè è essenziale proteggere la forza antincendio da qualsiasi minaccia esterna), all'interno di un più ampio attacco. Da rilevare la peculiare asimmetria del fuoco. Basti pensare ad un aereo. Quest"ultimo associa elementi unici come un ambiente ricco di ossigeno, la natura sensibile dei controlli avionici, la presenza di migliaia di litri di carburante, il fumo tossico che risulta dalla plastica accese ed altri materiali che compongono un aereo. I dispositivi incendiari, possono essere realizzati con materiali facilmente disponibili come benzina e kerosene. Minime capacità, infine, sono richieste per la produzione di un composto incendiario come la termite, con polvere di alluminio ed ossido di ferro.kite TerrorismGli aquiloni incendiari sono incredibilmente facili da realizzare (plastica, legno ed un barattolo contenente il liquido infiammabile) e quasi impossibili da abbattere. In condizioni atmosferiche favorevoli, garantiscono un efficace ed indiscriminato livello di distruzione. Ed anche se venissero colpiti, il materiale infiammabile si disperderebbe comunque sul terreno (ecco perchè sono anche chiamati Molotov kites).Il fuoco, l"arma strategica preferita dai terroristiNel quinto numero del magazine Rumiyah, pubblicato nel gennaio del 2017, lo Stato islamico ha aggiornato le sue linee guida per compiere attentati, suggerendo l"utilizzo del fuoco. L"intero magazine in lingua inglese è dedicato agli attacchi incendiari sulla scia di quelli "che hanno devastato gli insediamenti ebraici in Palestina"."Il fuoco rappresenta un"opzione rapida per coloro che intendono aderire alla nostra campagna contro gli infedeli. E" una tattica che non richiede l"utilizzo di armi, come avvenuto a San Bernadino ed Orlando né di veicoli come quelli utilizzati in altri attacchi. Con alcuni materiali semplici e facilmente accessibili (cioè infiammabili), si può facilmente terrorizzare un'intera nazione". Spesso citato da al Qaeda, l"impiego del fuoco è ritenuto il più semplice in assoluto per eseguire attacchi potenzialmente devastanti. Nella prima edizione della rivista Inspire di al Qaeda, Nasir al-Wahayshi incoraggiava gli aspiranti jihadisti a bruciare le foreste e gli edifici per incutere terrore nei cuori dei loro avversari. Tema poi approfondito nel nono numero di Inspire, con foto tutorial che mostravano come costruire ordigni incendiari a tempo. Inspire raccomandava di colpire le aree urbane adiacenti alle aree boschive, così da distruggere le risorse naturali, strutture e veicoli. In quel numero anche una fatwa che sosteneva la liceità religiosa nel dare fuoco ai boschi.Stato islamico, gli attacchi incendiariL"articolo Arson Attacks del quinto numero di Rumiyah, spiega minuziosamente le caratteristiche ed i vantaggi nel compiere un attentato con il fuoco. "Nel corso della storia, gli attacchi incendiari hanno giocato un ruolo significativo nella guerriglia, così come nel terrorismo portato dai lupi solitari. Tali attacchi hanno provocato di distruzione di intere città, quartieri pubblici, privati e di proprietà governativa. Un attacco incendiario, infine, causa elevate vittime". Nel lungo articolo, si afferma che un jihadista sia stato il responsabile di un attacco incendiario avvenuto nella città di Losino-Petrovsky, nella Russia europea centrale che ha causato ingenti danni. "Il nostro fratello ha dato una lezione ai crociati e dimostrato quanto sia distruttiva un"operazione che può essere portata a termine con una facilità disarmante. L'incendio è stato appiccato al piano terra del primo edificio. Le fiamme si sono propagate nei restanti piani fino a raggiungere gli edifici limitrofi. Le fiamme hanno avvolto per tre giorni le strutture, causando grandi perdite finanziarie per i crociati russi. L"unica cosa che serve al mujahid per appiccare un incendio è una sostanza infiammabile di qualche tipo. Le fiamme distruggeranno le case dei crociati ed uccideranno molti di loro. Tutto ciò che serve al mujahid è acquisire la sostanza infiammabile che intende utilizzare, selezionare il suo obiettivo e determinare il momento migliore per l'esecuzione. Le sostanze infiammabili fanno parte della vita di tutti i giorni. Gli attacchi incendiari sono estremamente difficili da prevenire. Per scatenare un attacco incendiario serve soltanto un bidone di benzina: quest"ultima può essere acquisita in qualsiasi distributore di carburante ed è una procedura che non desterà sospetti".Claiming Responsibility for the Attack, la responsabilità degli attacchiNel gennaio del 2017, lo Stato islamico si interessò per la prima volta al problema della rivendicazione per gli attacchi compiuti. Nella sezione Claiming Responsibility for the Attack, lo Stato islamico suggerisce ai terroristi di "portare con se una bomboletta di vernice spray o un pennarello indelebile, così da apporre la propria firma per comunicare al mondo che l"attacco è stato effettuato da un soldato del Califfato"."Preparate un semplice messaggio su un pezzo di carta in cui dichiarate l"appartenenza allo Stato islamico. Spiegate brevemente il movente ed includete parole e provocazioni che possano fare infuriare i miscredenti. E' necessario prestare cautela nel preservare il messaggio che dovrà restare integro. Ad esempio, potrebbe essere incollato ad un mattone ep oi lanciato attraverso la finestra di un immobile occupato, vicino la scena dell"attacco. L"immobile prescelto per lancaire il messaggio, dovrà restare integro. Non sminuite il valore degli attacchi incendiari. Essi causano grande distruzione economica, caos emotivo e possono essere ripetuti con estrema facilità. Anche se tali attacchi non sempre comportano l'uccisione dei nemici, Allah ha promesso di premiare il mujahid semplicemente per aver danneggiato i crociati".Le precauzioni"Agite in tarda notte anche se il momento ideale sarebbe all"uscita da un qualche edificio: in questo modo aumentano le probabilità di uccidere o ferire. Non gettate del carburante sulle fiamme, ma limitatevi a lanciare il mix incendiario da una posizione di sicurezza".I consigli della rubrica Arson Attacks e Claiming Responsibility for the Attack, pubblicati su Rumiyah nel gennaio del 2017, sono state in parte ripresi da al-Naba. Il concetto di sopravvivenza, prima concepito soltanto nel medio termine, adesso è stato rivisto per "colpire e terrorizzare" velocemente, non presupponendo necessariamente la morte del terrorista.I luoghi ideali ed i cocktail Molotov"Case, condomini, aree forestali adiacenti alle zone residenziali, fabbriche che producono automobili, mobili, abbigliamento, stazioni di servizio, ospedali, bar, discoteche, locali notturni, banche , autosaloni, scuole, università, così come le chiese e le moschee sciite. Le molotov sono tristemente famose per causare morte e distruzione con il minimo sforzo. Per massimizzare la propagazione delle fiamme, sarebbe opportuno creare il cocktail Molotov".Lo Stato islamico suggerisce agli aspiranti piromani di immergere del polistirolo nel contenitore della soluzione infiammabile. E" una tecnica nota ed ottimizzata durante la seconda guerra mondiale. Il polistirolo a contatto con la benzina genera un surrogato del napalm. Una volta incendiata, la sostanza aderisce alle superfici con cui viene a contatto. Un vantaggio di queste armi è il contenimento del danneggiamento causato al bersaglio designato con poco o nessun effetto negativo alle aree circostanti, come nel caso di un esplosivo. L'incendio doloso può essere utilizzato in combinazione con altre armi e tattiche per incrementale la letalità di un attacco. La tattica continuerà ad evolversi. L'equazione di un attentato è sempre dinamica. […]

  • Spalletti punge Zhang: "Io via dall'Inter? Si potrebbe imparare da Agnelli"
    by Marco Gentile on 27 Maggio 2019 at 08:42

    Luciano Spalletti ha raggiunto per ben due anni consecutivi la qualificazione in Champions League ma questo non servirà per essere confermato sulla panchina dell'Inter. Nei prossimi giorni verrà ratificato l'ingaggio di Antonio Conte con il tecnico di Certaldo che farà le valige. Il nome dell'ex allenatore di Chelsea e Juventus, però, circola da settimane ad Appiano Gentile e ieri sera al termine del match contro l'Empoli Spalletti ha voluto togliersi qualche sassolino dalle scarpe ai microfoni di Sky Sport: "Io via? Non so, ma a questo punto se va a finire in modo diverso sì che mi sorprendo: non siamo mica su scherzi a parte? Stasera il saluto? Questo io non lo so, poi è chiaro che rimarrei sorpreso se mi venissero a dire qualcosa di diverso". Spalletti ha poi fatto i complimenti alla squadra ed ha punto Beppe Marotta e il Presidente dell'Inter Steven Zhang: "Non abbiamo mollato fino all'ultimo secondo- C'era una grande pressione sulla gara. Addio all'Inter? Non lo so, ora tocca alla societù parlare. Guardate Agnelli con Allegri: quando è uscito dalla Champions League ha subito confermato il tecnico e poi ha cambiato dopo una settimana. Penso si possa imparare da Agnelli. Alcune decisioni si prendono tutti insieme, come si fa in una società importante come l'Inter. Se si comincia a delegare, diventa tutto più difficile". Zhang jr, tra l'altro, ha pubblicato un post su Instagram con la squadra festatante e dove non c'è Spalletti...questo potrebbe essere già un indizio sul suo prossimo addio.[[ Visualizza questo post su Instagram If life is a magical journey, then part of mine is in. I will do the best I can for this color. #AmalaUn post condiviso da Steven Zhang (@stevenzhang91) in data: 26 Mag 2019 alle ore 8:10 PDT […]

  • Beppe Grillo fa dell'ironia: "Oggi Radio Maria e Canti Gregoriani". Ma il web non apprezza
    by Aurora Vigne on 27 Maggio 2019 at 08:40

    Un tentativo di fare dell'ironia che questa volta finisce male. In attesa del commento sull'esito del voto europeo del capo politico del Movimento cinque stelle, Luigi Di Maio, il fondatore M5s, Beppe Grillo, prova a fare una delle sue battute su Twitter. "Oggi Radio Maria e Canti Gregoriani". Ma gli utenti del web non apprezzano. Tra chi commenta il tweet del comico grillino, infatti, c'è anche chi scrive: "Un esame di coscienza sarebbe meglio". E poi un altro ancora: "Non fa più ridere". Un altro utente, invece, scrive che "il danno lo avete fatto voi tradendo il voto del 4.3."18. Manco Giuda ha fatto tutti "sti danni".Oggi Radio Maria e Canti Gregoriani- Beppe Grillo (@beppe_grillo) 27 maggio 2019 Ma su Twitter c'è anche che ha approffitato del tweet di Grillo per commentare la débâcle pentastellata alle Europee. "Riderei se non ci fosse da piangere. Oggi forse solo mutismo e un bell"esame di coscienza..sarebbe meglio". Il M5S, infatti, dopo aver portato a casa il 32,7% dei consensi alle ultime elezioni politiche, ha quasi dimezzato i propri consensi sprofondando al 17,1% (leggi qui tutti i risultati). […]

  • Amanda, maestra di yoga sopravvissuta 16 giorni nella foresta delle Hawaii
    by Francesca Bernasconi on 27 Maggio 2019 at 08:38

    Due settimane di ricerche, paure, speranze e preghiere. Ora, finalmente, parenti e amici di Amanda Eller, un'insegnante di yoga 35enne, possono tirare un sospiro di sollievo e condividere un grido di gioia: Amanda è viva.L'8 maggio, la 35enne, aveva deciso di andare a fare un'escursione nella foresta della riserva Makawao, nelle Hawaii, da sola. Quel giorno, però, la donna non aveva fatto ritorno, scomparsa tra la fitta vegetazione della foresta. Le ricerche erano partite immediatamente ed era stata creata la pagina Findamanda, su Facebook, sperando che la diffusione tramite i social potesse aiutare a ritrovarla. Per sopravvivere, l'insegnante di yoga, caduta in un burrone e feritasi a una gamba, per sopravvivere ha mangiato erbe locali.È rimasta in quel luogo impervio per due settimane, fino a quanto un'elicottero l'ha avvistata e soccorsa: il salvataggio è stato documentato, in tempo reale, grazie a un video girato dal capo dei soccorritori.Ora, Amanda Eller è ricoverata in ospedale, ma sembra non abbia aver subito gravi ferite: sul corpo solo qualche escoriazione dovuta al sole e qualche taglio sui piedi, dato che la donna aveva perso le scarpe. Un'amica della 35enne ha raccontato il momento del salvataggio: "Un elicottero stava perlustrando la zona e, in un burrone a Twin Falls, ha localizzato Amanda. Era vigile e in buone condizioni fisiche, sapeva dove era e da quanto tempo si trovava lì". Un lieto fine per l'insegnante di yoga sopravvissuta da sola nella foresta, che ora può riabbracciare i suoi cari. […]

  • Palermo, la prof sospesa torna a scuola: "Insegnerò a non essere indifferenti"
    by Luca Sablone on 27 Maggio 2019 at 08:28

    I banchi dell'istituto Vittorio Emanuele III di Palermo hanno accolto calorosamente Rosa Maria Dell'Aria, la docente sospesa per non ver prestato attenzione ad un elaborato dei propri alunni che hanno confrontato le Leggi Razziali di Hitler con il Decreto Sicurezza di Salvini. La professoressa oggi ha dunque finito di scontare la sospensione: "Sono contentissima e felice di ritornare a scuola dai miei ragazzi. Oggi ritorno con gioia".La prof: "Per me l'Europa è un valore"L'insegnante ha poi dichiarato: "Dico soltanto che torno per insegnare a pensare, per insegnare ai miei allievi certamente ad essere onesti, rispettosi delle leggi, delle istituzioni, ma io insegnerò loro anche a non essere indifferenti e a prendersi cura dell'altro". E ha proseguito: "Dirò ai miei ragazzi di continuare il nostro lavoro, che loro devono crescere, devono riflettere, devono essere attenti a quello che succede. Non devono essere indifferenti perché questa è la società e devono essere consapevoli di ciò che succede attorno a loro". E su quale tipo di lezione proporrà oggi ha risposto: "Nel mio orario interno è prevista una lezione di storia. Certo, vorranno sapere...". E ha concluso abbracciando l'Europa: "Se ne parlerà, per me è un valore". […]

  • Gf, Francesca De André si lascia andare: "Vorrei conoscere Gennaro fuori”
    by Luana Rosato on 27 Maggio 2019 at 08:25

    La conoscenza tra Francesca De André e Gennaro Lillio prosegue sotto l"occhio vigile del Grande Fratello 16 al quale non è sfuggita l"ultima - importante - ammissione della ragazza nei confronti del bel napoletano.Ora che la De André è single, lei e Lillio si stanno avvicinando sempre più e, dopo una lite furiosa, sembra proprio che il rapporto tra i due si stia facendo sempre più intenso. A testimoniarlo, l"ultima confessione di Francesca, cha non ha nascosto la volontà di frequentare Gennaro fuori dalla Casa di Cinecittà. "E" una curiosità legata al modo in cui ti interfacci col mondo lì fuori, mi piacerebbe vedere come ti muovi nel mondo perché qui siamo in una gabbia - ha spiegato Francesca in un momento di confidenza con Gennaro -. Conosco pochi ragazzi di 27 anni fuori, ma tu sei molto maturo. Ci sono delle cose che sono curiosa di vedere".La conoscenza tra Francesca De André e Gennaro Lillio, dunque, sembra essere destinata a proseguire oltre il Grande Fratello 16 e, magari, trasformarsi in qualcosa di più importante della semplice amicizia. A fare il tifo per loro fuori dalla Casa ci sono la sorella di Francesca, Fabrizia De André, che non ha mai nascosto di provare poca simpatia per Giorgio Tambellini, Guendalina Canessa, che ha riallacciato i rapporti con la gieffina dopo l"ingresso dalla porta rossa, e Daniele Interrante, ex compagno della De André, che l'ha spinta a viversi Lillio perché davvero un bravo ragazzo.Chi sperava che tra Francesca e Gennaro succedesse qualcosa nella Casa del GF16, invece, sembra proprio che dovrà attendere che i due siano lontani dalle telecamere. […]

  • La tentazione della Lega: "Giorgetti Commissario Ue"
    by Angelo Scarano on 27 Maggio 2019 at 08:25

    La Lega adesso vuol passare all'incasso. Il Carroccio che si attesta al 34 per cento adesso lancia la sfida su due fronti. Uno quello tutto interno al governo con i Cinque Stelle, l'altro invece è quello europeo con la corsa alle poltrone chiave a Bruxelles. Di fatto la dote di consensi del Carroccio potrebbe spalancare le porte di una poltrona di rilievo in Commissione per un esponente leghista. E così la Lega si prepara a piazzare uno dei suoi a Bruxelles. E da qualche ora in via Bellerio prende piede una tentazione che risponde al nome di Giancarlo Giorgetti. A lanciare il nome del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio alla Commissione Ue è di fatto Borghi che non usa giri di parole e afferma: "Sarebbe un buon commissario, quello sicuramente. Però dipende da quale sarà il dicastero che ci verrà assegnato. Bisogna andare con la professionalità più mirata possibile".Un'ipotesi questa che potrebbe concretizzarsi anche alla luce delle recenti dichiarazioni dello stesso Giorgetti che ha annunciato di non voler terminare la legislatura in corso. Il sottosegretario ha fatto sapere di voler tornare a "pescare", ma di fatto è molto probabile che debba imbarcarsi su un volo per Bruxelles. Di certo Gioregtti è tra le voci più critiche all'interno del governo. Da qualche settimana parla di una possibile caduta dell'esecutivo mettendo in discussione proprio il patto tra Carroccio e pentastellati. Qualche giorno fa si è lasciato andare ad una citazione: "Verrà la grandine a spazzare i deboli". La grandine è arrivata e in una sola notte ha spazzato via i 5 Stelle crollati dal 32-34 per cento delle politiche ad un misero 17 per cento delle Europee. Di Maio cerca alibi: "Penalizzati dall'astensionismo". Ma la realtà è un'altra. La politica assistenzialista dei 5 Stelle e quei miseri assegni da 200 o da 50 euro del reddito di cittadinanza hanno deluso e non poco gli elettori pentastellati. A questo vanno aggiunti i continui attacchi a Salvini che hanno avuto un effetto boomerang proprio sul Movimento. Insomma i 5 Stelle sono all'angolo. La Lega si gioca la sua partita ed è pronta anche a mandare in Europa un uomo di peso come Giorgetti. Il futuro del governo sostanzialmente resta in bilico. Dopo questo voto ogni scenario è possibile... […]

  • Wanda Nara difende Icardi: "Solo chi ha i cogl... di tirarli sbaglia i rigori"
    by Marco Gentile on 27 Maggio 2019 at 08:25

    Mauro Icardi non ha lasciato un buon ricordo ai tifosi dell'Inter dato che ha fallito un calcio di rigore che poteva costare caro contro l'Empoli. L'ex capitano, però, ha disputato una partita di sacrificio, ha aiutato la squadra, e ha provato a segnare ma senza successo. Luciano Spalletti l'ha sostituito sul risultato di 1-0 in favore dei nerazzurri al minuto 72' per inserire Lautaro Martinez con la Curva Nord che l'ha fischiato sonoramente e con il resto dello stadio che ha invece applaudito le gesta del 26enne di Rosario che ha ricambiato ringraziando i tifosi.Al termine del match Wanda Nara ha pubblicato un lungo posto su Instagram per consolare il marito: "A volte non basta un gol al Barcellona, al Tottenham, 3 goal nel derby, 124 goal a 26 anni. A volte nessuno si rende conto di chi gioca con dolore. A volte il calcio ti mette a dura prova. Ma per me e per noi l'unica cosa che conta è l'orgoglio di sapere che sei un grandissimo uomo prima di essere un grandissimo giocatore. Sempre fieri di te e di vedere i tuoi occhi illuminati giocando per la squadra che ami".La moglie-agente di Icardi ha anche riservato una stoccata ai suoi detrattori direttamente dagli studi di Tiki Taka: "Mauro ha sbagliato il rigore? Succede di sbagliare un rigore, a chi ha i cogl... di batterlo succede. Anch'io sul rigore ho detto una parolaccia comunque, se un rigore non entra nessuno gli dice bravo. Abbiamo raggiunto quello che volevamo, basta, ora si ricomincia la prossima stagione. Una partita con tante emozioni, essere interista ti fa sapere che il cuore funziona benissimo. Mauroè uno che è freddo, ma capita anche a Messi e Ronaldo di sbagliare. Ha fatto anche altri due rigori pesantissimi dopo tutto quello che è successo".[[ Visualizza questo post su Instagram A volte non basta un gol al Barcellona, al Tottenham, 3 goal nel derby, 124 goal a 26 anni. A volte nessuno si rende conto di chi gioca con dolore. A volte il calcio ti mette a dura prova. Ma per me e per noi l"unica cosa che conta è l"orgoglio di sapere che sei un grandissimo uomo prima di essere un grandissimo giocatore. Sempre fieri di te e di vedere i tuoi occhi illuminati giocando per la squadra che ami. @mauroicardi grazie a tutti per sempre tanto amore Un post condiviso da Wanda nara (@wanda_icardi) in data: 26 Mag 2019 alle ore 3:09 PDT […]

  • Migranti, la rivincita di Salvini: la Lega trionfa nelle terre dell'accoglienza
    by Andrea Indini on 27 Maggio 2019 at 08:18

    Per la sinistra, i buonisti delle Ong e la frangia terzomondista della Chiesa Riace è un "modello" planetario delle politiche di accoglienza e integrazione degli immigrati. Per Matteo Salvini è l'esempio di come i progressisti abbiano creato, intorno all'immigrazione clandestina, un vero e proprio business che va contro le leggi dello Stato. Una convinzione, quella del vice premier leghista, che è stata corroborata dall'inchiesta "Xenia" che l'anno scorso aveva scoperchiato il sistema messo in piedi da Mimmo Lucano per far entrare gli stranieri illegalmente nel nostro Paese. Per mesi i vari Roberto Saviano, Laura Boldrini e compagnia cantante hanno sempre difeso il sindaco ultrà dell'accoglienza, ma ieri gli elettori di Riace e di Lampedusa hanno mandato agli ultrà del'accoglienza un segnale netto votando in massa per la Lega.Ieri, a Riace, non si votata soltanto per eleggere i deputati da mandare all'Europarlamento di Strasburgo. Il Comune è andato alle urne anche per rinnovare il primo cittadino. Dopo tre legislature, segnate da violenti scontri per sostenere a tutti i costi l'accoglienza degli immigrati e soprattutto da pesanti inchieste che hanno portato almeno una trentina di persone agli arresti, Lucano non si è potuto ripresentare alla guida del Comune. Ha comunque corso come candidato consigliere nella lista "Il Cielo Sopra Riace", che ha come candidato sindaco Maria Spanò, suo ex assessore. Una sfida dai contorni inediti, quella di Lucano, ancora sottoposto al divieto di dimora a Riace dopo il suo coinvolgimento nelle indagini della procura di Locri sulle irregolarità nella gestione dei progetti per l'accoglienza. Nei giorni scorsi la sinistra ha organizzato marce per sostenerlo, la Sapienza lo ha invitato a parlare davanti agli studenti e il Tar ha addirittura ripristinato il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (Sprar) facendo così tornare a scorrere nelle casse del municipio i finanziamenti pubblici destinati all'accoglienza.Lucano, che è stato rinviato a giudizio proprio nelle scorse settimane, si è dovuto recare davanti ad un funzionario dell'ufficio elettorale del Comune di Stignano, centro che dista pochi chilometri da Riace, per formalizzare gli adempimenti burocratici legati alla sua candidatura a consigliere comunale. "Riace ha potuto trasmettere al mondo un messaggio di umanità che resterà per sempre. Questo è quello che ci rende orgogliosi", ha detto l'ex sindaco nei giorni scorsi quando dopo otto mesi era rientrato in paese. "Sono qui - ha continuato - anche per chiedere scusa degli errori che ho potuto fare, perché operando si può sbagliare". In realtà, Lucano non ha mai fatto mea culpa per aver violato un'infinità di leggi per far arrivare in Italia gli immigrati che non aveva le carte in regola restare.Lo spoglio per il Comune inizierà nel pomeriggio (qui i risultati), ma un'indicazione gli abitanti di Riace l'hanno già data. Ieri alle elezioni europee hanno, infatti, votato in massa la Lega. D'altra parte, qualche giorno fa, parlando proprio delle "disavventure" giudiziarie di Lucano, Salvini aveva fatto notare ai cronisti: "Quando vado in Calabria la gente mi chiede più lavoro, non più immigrati". E, infatti, ieri il 30,75 degli abitanti di Riace ha votato il Carroccio (qui i risultati). Una percentuale impressionante che, però, impallidisce se confrontata con quanto il partito del ministro dell'Interno ha incassato a Lampedusa. Nell isola "frontiera d'Europa", evocativo simbolo degli sbarchi, il Carroccio ha, infatti, incassato quasi il 46% delle preferenze doppiando il Pd che si è fermato al 21%. Dei 1.361 consensi espressi, ben 410 sono andati al vice premier leghista. "È il segno che la richiesta di un'immigrazione limitata e controllata non è solo un capriccio di Salvini - ha rivendicato il capitano - ma la chiedono gli italiani ed è una delle prime battaglie che andremo a vincere nella nuova Europa". Con buona pace di Lucano che per mesi è andato in giro a dire che era il male assoluto. […]

  • Nuovo amore per Bianca Atzei? Una "iena" ha rubato il suo cuore
    by Carlo Lanna on 27 Maggio 2019 at 08:18

    È stata la compagna di Max Biaggi, ma la loro relazione è tristemente naufragata in un mare di accuse e polemiche. Bianca Atzei ha cercato di restare a galla ma non è riuscita a voltare pagina, almeno fino ad ora. Come ha riportato Yahoo notizie, la cantante ed ex naufraga dell"Isola dei Famosi, finalmente avrebbe trovato un nuovo amore. La scelta sarebbe caduta su Stefano Corti.La "iena" del celebre programma tv di Mediaset, è stato fotografato da Diva e Donna mano nella mano con la Atzei. La foto ha messo a tacere i rumor e i pettegolezzi che, da qualche tempo, hanno popolato le pagine dei settimanali. Alla luce dei fatti però, non si sa quando e come è scoppiata la scintilla fra i due, ma nel vederli insieme, pare che ci sia una grande sintonia.Lei ha 32 anni, lui 33. Si conoscono da qualche tempo, ma solo di recente sono stati travolti dal sentimento e dalla passione. Mentre Bianca Atzei fino a qualche mese fa si è tenuta distante dalle cronache rosa, dopo la difficile rottura con Biaggi, la iena invece è stato fidanzato con Veronica Ruggeri. I due più volte hanno condiviso il loro amore su i social, e una proficua attività lavorativa, ma sembra che entrambi ora hanno preso strade diverse. Se la storia tra i due durerà? Non resta che aspettare la prossima mossa. […]

  • Andreas Muller e Veronica Peparini escono allo scoperto e si baciano
    by Luana Rosato on 27 Maggio 2019 at 08:13

    Da mesi si rincorrono rumors riguardanti la relazione tra Andreas Muller e Veronica Peparini che, dopo la finalissima di Amici 18, hanno deciso di uscire allo scoperto postando un video in cui si baciano.È la prima volta che all"interno della scuola targata Maria De Filippi nasce una storia tra ex allievo e professoressa. Andreas, infatti, è stato uno dei ballerini più talentuosi di Amici: arrivato al Serale, fu costretto a ritirarsi dalla 15esima edizione a causa di un grave infortunio, ma gli venne data la possibilità di partecipare nuovamente a quella successiva che lo decretò vincitore assoluto. Da quel momento, la carriera di Muller è stata in continua ascesa e il suo legame con Veronica Peparini, che l"ha sempre sostenuto durante la sua esperienza nel talent show di Canale 5 nonostante le feroci critiche del collega Garrison Rochelle, si è fatto sempre più forte fino a trasformarsi in amore.I due sono stati spesso fotografati insieme, sui social si sono sempre mostrati uno accanto all"altra, lui ha partecipato al compleanno del figlio nato dalla relazione tra la coreografa e il collega, Fabrizio Prolli, e tantissimi sono stati coloro che hanno sostenuto che tra Muller e la Peparini ci fosse del tenero. Loro hanno sempre preferito non commentare e, solo dopo la finale di Amici 18 che ha decretato la vittoria di Alberto Urso, la coppia è uscita allo scoperto. Andreas ha pubblicato un video in discoteca insieme ad alcuni amici comuni e a Veronica, che ha baciato senza più nascondersi. Poi, il ballerino si è lasciato andare ad una vera e propria dichiarazione d"amore: "Io la amo". Visualizza questo post su Instagram Nulla di aggiungere @muller_andreas @veronicapeparini .Un post condiviso da ANDREAS MÜLLER (@amanti_del_muller) in data: 26 Mag 2019 alle ore 6:14 PDT […]

  • Sms nel cuore della notte. Di Maio scrive a Salvini
    by Angelo Scarano on 27 Maggio 2019 at 07:45

    Il risultato delle Elezioni Europee avrà conseguenze sul governo. L'exploit della Lega che ha toccato il 34 per cento e il crollo al 17 per cento dei 5 Stelle di fatto riscrive gli equilibri dell'esecutivo gialloverde. Salvini per il momento predica prudenza: "La priorità è abbassare le tasse. da domani ci mettiamo al lavoro su questo, e chiediamo la flat tax al 15%, ovviamente non subito per tutti. Ma la priorità è questa", ha affermato il leader del Carroccio sottolineando che non chiederà altre poltrone. Eppure il distacco dai 5 Stelle è siderale e inevitabilmente qualcosa potrebbe cambiare. "I miei avversari sono Renzi, Zingaretti e Boschi del Pd, gli amici dei 5 stelle sono alleati non sono e non saranno mai avversari", ha aggiunto subito dopo. I Cinque Stelle si leccano le ferite. "Siamo stati penalizzati dall"astensione, soprattutto al Sud, ma ora testa bassa e lavorare, restiamo comunque l"ago della bilancia in questo governo e da qui in avanti più attenzione ai territori", ha affermato il vicepremier grillino. Ma lo stesso Di Maio, prevedendo nuovi ribaltamenti di fronte all'interno del governo, ha cercato di ricucire con Salvini. Il vicepremier pentastellato ha infatti mandato un messaggino sul cellulare di Salvini dai toni "molto cordiali e con complimenti sinceri", fanno sapere da via Bellerio. Un gesto che cerca di stemperare i toni della campagna elettorale delle ultime settimane. Adesso all'orizzonte c'è il Def e l'ossatura della nuova legge di Bilancio.Sul piatto ci sono circa 10 miliardi che Lega e M5s cercheranno di contendersi per le misure cardine della prossima manovra. La Lega spinge per la flat tax mentre i 5 Stelle per il salario minimo. La battaglia durerà ancora a lungo e anche il caso Rixi (la sentenza è attesa per fine mese) potrebbe minare il rapporto tra i due leader della maggioranza. Per ora la pace è stata firmata con un messaggino. Ma è destinata a durare poco. […]

Ultimo aggiornamento articolo Mar 28, 2019 @ 06:14