Puerta del SolCittà dai mille volti, intensa per tutti i suoi musei, le gallerie, le tapas e le tabernas, l’architettura, la parte vecchia storica e quella nuova ultramoderna, insomma un fantastico miscuglio da scoprire ed inventare

Come arrivare

In Aereo: L’aeroporto di Barajas dista solo 15 km dal centro della città. La linea 8 (rosa) collega il terminal 2 dell’aeroporto di Barajas alla stazione di Mar de Cristal, da cui è possibile prendere la linea 4 (marrone) per giungere al centro della città. L’intero tragitto richiede circa 40-45 minuti. Un servizio speciale Airport Bus della EMT (la compagnia dei trasporti municipali) effettua un collegamento con frequenza di 10 minuti dal terminal di Plaza Colon. Il tragitto richiede circa 30 minuti. Il biglietto costa 2,40 EUR.

In Auto: Per arrivare a Madrid si attraversa l’Italia, Francia e Spagna. L’ingresso in Francia avviene con l’Autostrada dei Fiori (A12) che attraversa la riviera ligure. Entrati in Francia, i 700 km dell’autostrada E80 vi portano dritti in Spagna. Procuratevi le monetine: in pratica in Francia c’è un casello ogni 10 km! Entrati in Spagna, sempre dritti in direzione Barcellona.

In prossimità di Barcellona seguite le indicazioni per Lleida-Saragozza e poi la direzione Madrid-Logrono. Prendete l’uscita in direzione Madrid-Feria de Muestras. In prossimità di Zaragoza prendete la E-90 / A-2 e seguite l’indicazione per Madrid.
Distanza Milano- Madrid: km. 1.580 km – circa 15 ore,  costo (sola andata) circa 190 Euro;      Roma-Madrid: km. 1.960 km – circa 18,5 ore,  costo (sola andata) circa 250 Euro.

In Treno: Collegamenti diretti con Madrid in treno non esistono, ma se non si vogliono fare troppi scali si può arrivare a Madrid partendo da Milano e Torino con il Trenhotel Elipsos Salvator Dalì che arriva fino a Barcellona (circa 18 ore), da Barcellona con 63 euro e cinque ore arrivate a Madrid. Treni Italia

Clima

Ha un clima continentale-mediterraneo: d’estate dovete vestire molto leggeri, indossate un cappello per proteggere la testa dal sole, e d’inverno copritevi per ripararvi dall’intenso freddo.
La primavera e l’autunno sono le migliori stagioni per visitare la cittá, giá che la temperatura é ideale. Non piove molto, la maggior parte delle giornate sono asciutte.

Dove Alloggiare

Plaza MayorLo stile degli alberghi di categoria superiore a Madrid varia dal minimalismo essenziale al lusso rétro a cinque stelle. Gli alloggi di categoria media spesso sono arricchiti con divertenti dettagli kitsch che in teoria dovrebbero conferire un tocco di classe alla lobby o alle camere, mentre quelli di categoria economica sono spesso spartani e situati nelle zone più rumorose della città.
Consigli su dove alloggiare

Come muoversi:

Metro

Mappa metropolitana

Il mezzo più comodo e veloce per muoversi a Madrid è la metropolitana (El Metro). La rete è molto estesa, con dodici linee che si incrociano raggiungendo ogni punto della città e anche molte cittadine al di fuori del centro urbano. La prima linea che prenderete è la numero 8 (Nuevos Ministerios-Barajas) che unisce l’aeroporto di Barajas con il centro urbano di Madrid. La Metro funziona dalle 6 del mattino alle 2.00 di notte. Il biglietto singolo costa 1 euro. Il blocchetto per 10 viaggi costa 6,15 euro e si possono usare anche per viaggiare sugli autobus.

Esiste anche un biglietto combinato che costa 1,50 euro e dà diritto a muoversi su tutte le linee di autobus e metro, anche al di fuori del centro urbano. I minori di quattro anni non pagano. Per imparare a muovervi nella rete metropolitana di Madrid vi consigliamo di scaricare la mappa della metro. Il biglietto, che potete acquistare agli sportelli o presso i distributori automatici, deve essere convalidato all’ingresso della stazione.

In auto

Plaza Santa AnaNon è difficile muoversi in auto una volta memorizzate le strade principali. Studiatevi un po’ la Mappa di Madrid, e munitevi di una cartina stampata o di un bel navigatore satellitare di ultima generazione. Se vi avventurate nelle zone a più alta intensità di traffico, armatevi anche di un po’ di pazienza, gli spagnoli di solito sono un po’ indisciplinati, ma non quanto gli automobilisti di alcune città italiane.
Mappa della Città

Se volete muovervi a Madrid con un auto a noleggio potete farlo prenotandola tramite Enoleggioauto: è un Autonoleggio Low Cost con prezzi bassi e un’ampia scelta di vetture.

Autobus

Madrid ha una rete di autobus che copre tutta la città. Questo mezzo è molto utile quando si vogliono abbandonare i percorsi turistici più battuti e raggiungere zone non coperte dalla metro. Ovviamente Madrid è molto trafficata, quindi gli autobus possono essere molto lenti. Gli autobus circolano tutti i giorni dell’anno dalla 6:00 alle 23:00 con una corsa ogni 10-15 minuti. Di notte ci sono i “búhos”, autobus notturni, ottimi per le emergenze ma con una frequenza molto più ridotta.

Molti di questi si incrociano a Plaza de la Cibeles.
Ricordate
queste due informazioni: l’autobus si ferma e vi fa salire solo se lo segnalate con la mano in modo ben visibile; vi fa scendere solo se “chiamate” la fermata con gli appositi bottoni. Senza questi due gesti, potreste passare la giornata a girare per Madrid. In ogni fermata ci sono affisse le linee che passano in quel punto e le fermate effettuate.

Teatro RegioCard per risparmiare: l’abbonamento turistico

Per chi vuole godersi la città risparmiando sul costo dei mezzi pubblici, ci sono gli “abono turisticos”, card cumulative che consentono di viaggiare liberamente. Ci sono cinque tipi di “abono” che hanno una durata di 1, 2, 3, 5 e 7 giorni dalla prima obliterazione. Insieme al coupon vi daranno anche una mappa della metro, una della Renfe e delle strade di Madrid con indicati i principali punti di interesse. La card per la zona A è più che sufficiente per chi vuole visitare solo Madrid senza spostarsi nella altre zone della Comunidad de Madrid. Dà diritto a muoversi liberamente su metro, treni e autobus che camminano nel centro urbano.

I prezzi sono questi:

1 giorno 3,50€
2 giorni 6,30€
3 giorni 8,40€
5 giorni 13,20€
7 giorni 18,40€

Madrid Card

Se volete risparmiare anche sugli ingressi in musei, attrazioni, ristoranti e negozi convenzionati, potete acquistare una Madrid Card, il complemento ideale dell’abbonamento turistico. Insieme alla carta con il microchip vi daranno anche una guida alle agevolazioni in castigliano, inglese, francese, tedesco e italiano, con l’elenco delle strutture convenzionate dove usufruire di sconti in musei. La card include l’ingresso a più di 40 musei di Madrid e dintorni, inclusi il Prado, Reina Sofia, il Thyssen, il Museo delle Cere, molti monumenti e palazzi dichiarati monumenti nazionali, come il Palazzo Reale.

Ci sono poi gli ingressi scontati al Parco tematico della Natura, alla teleferica, all’Imax ed altre attrazioni e le convenzioni con circa 100 tra ristoranti, negozi e luoghi di divertimento. La card include anche giri illimitati sul Madrid Vision, il bus turistico a due piani in che gira per la città. Per gli appassionati e non, è d’obbligo un tour nel Santiago Bernabeu, lo stadio dove gioca il Real Madrid e dove l’Italia divenne campione del mondo nel 1982.

Prezzi: La Madrid Card costa 38 € con validità 24 ore; 48 € per due giorni e 58 € per tre. È in vendita negli uffici turistici, alle agenzie di viaggio, all’aeroporto, alla stazione di Atocha e in molti hotel della città.
Esiste anche una Madrid Card Niños, dedicata ai minori di 12 anni con un’offerta completa simile a quella della Madrid Card al costo di 26 €. È valida per 72 ore.

Taxi

Plaza de la VillaA Madrid circolano circa 15.000 taxi, tutti ben riconoscibili. Sono bianchi con una linea rossa. Se il taxi è libero è accesa la luce verde sopra il tetto. Per chiamarli bisogna fare dei gesti con la mano molto evidenti, altrimenti tirano dritti.

Nella città ci sono diverse “paradas”, stazionamenti degli autobus segnalati con una lettera T di colore bianco. Come in molte altre capitali europee, per combattere gli abusi ai danni dei turisti, l’amministrazione comunale ha emanato norme molto rigide sulle tariffe.

Il costo fisso della salita è di 1,75 € a cui bisogna aggiungere 0,82 centesimi per chilometro nella zona A, in cui rientra tutto il centro urbano di Madrid. Questa tariffa vale fino alle 22:00. Poi scatta quella notturna, che vale fino alle 6:00 e prevede 0,95€ per chilometro. La carta di credito è usata pochissimo, quindi quasi sicuramente dovrete pagare con contanti.

Per chiamare un Taxi
Radio-Taxi Asociación Gremial: 91 447 51 80 / 91 447 32 32
Radio-Taxi Independiente: 91 405 12 13 / 91 405 55 00
Radio Teléfono Taxi / Euro Taxi: 91 547 82 00
Teletaxi: 91 371 21 31 / 91 371 37 11 / 630 907 990

Teleferica

Un mezzo divertente e panoramico per vedere Madrid dall’alto è la Teleferica che unisce Rosales e la Casa de Campo, due dei principali parchi e “polmoni verdi” della città. Il tragitto è lungo 2,5 chilometri e non è molto alto; solo 40 metri da terra. Da sopra vedrete il Tempio di Debod, Plaza de España, Il Palazzo d’Oriente e la Cattedrale della Almudena. La teleferica funziona tutti i giorni con orari variabili secondo il periodo dell’anno. Il biglietto per un adulto costa 4,65 € andata e ritorno.

Minibus a Madrid
Alquiler de minibuses. Aeroporto, prezzi competitivi, Tratto personalizzato Link

Cosa vedere:

4 giorni a Madrid (possibile itinerario alla scoperta della citta’)

Museo del PradoPer il primo giorno decidiamo di prendere il Madrid Vision, una sorta di city bus a due piani, strutturato in due itinerari, quello historico (percorso rosso) e quello moderno (percorso blu)  che prevede di poter starci una giornata intera alla modica cifra di 14€ (oppure 2 a 20€) girando in  lungo e in largo per tutta la città.

Si può scendere e salire ad ogni fermata, senza problemi di tempo e di orari, soffermarsi davanti alle bellezze e tirare dritto quando si vuole.
Partiamo da Puerta Del Sol, passiamo da Playa Mayor, bellissima piazza rettangolare, tutta balconi e pinnacoli, ha dei bellissimi dipinti allegorici , vetrate, frontali rossi, sono “i Portici Della Casa Della Panaderia.”
Al centro è posta un enorme statua di un re a cavallo, Filippo III,  che volle  la costruzione e la commissionò ad un architetto italiano del 1800.
Proseguiamo per la porta di Alcalà, progettata da Sabatini, colui che costruì anche il Palazzo Reale e i retrostanti bellissimi giardini.

L’intero monumento è un arco trionfale, è una  porta  a 5 porte , in granito chiaro e pulitissimo, ha sull’alto tante statue di angioletti scolpiti e puttini alati, e fino alla metà del 800 l’arco indicava il limite del confine della città, ora è imperdibile in tutta la sua austerità , meglio vederlo di notte tutto illuminato.
Arriviamo a Plaza De Cibeles, grande crocevia caotico che al centro ritrova una grande fontana con Cibele appunto la dea della natura, a cavallo di una carrozza trainata da 2 enormi leoni.

Sullo sfondo intravediamo, ma avremo modo di visitarli piu avanti, l’edificio della Bolsa di Madrid, e il paseo che porta al Prado.
Dopo pochi minuti e qualche semaforo ci troviamo di fronte al  mitico Ritz l’albergo piu sofisticato di tutta la città
Madrid è proprio bella, dall’alto, in salita, per le viuzze e nelle piazze, per la sua strabiliante e diversa architettura, per la gente ma sopratutto per quel  senso di storia  mista e ben integrata al  moderno che forse in fondo da noi ancora non c’è!!

CattedralePer cena scegliamo una tipica tabernas, ci tuffiamo in piatti di pescado e pimientos, troppo buoni, imperdibili!

L’indomani giornata culturale… full immersion di musei…. perche è impossibile andare a Madrid e non visitare in dettaglio il Paseo Del Prado, Il Reina Sofia E Il Thyssen Bornemisza…. Ce ne sarebbero molti altri ma… Partiamo dal Prado.
Sulla paseo principale che conduce al museo, troviamo immerse nei giardini delle bellissime statue moderne di uno scultore americano Robert Indiana. All’ingresso del Prado (6 €) c’è una fila esagerata

Ma c’è talmente tanto da vedere, che dopo aver pagato il biglietto e preso la guida all’auricolare, iniziamo con la pittura spagnola, proseguiamo con quella italiana, tedesca, fiamminga e poi ancora la collezione reale e le sculture.
Le più belle, ovviamente ai nostri occhi, rimangono L’annunciazione Del Beato Angelico posta proprio nei pressi dell’ingresso, il Trittico Delle Delizie che raffigura come fosse un film, la vita nel paradiso e all’inferno da non perdere l’esaudiente spiegazione, la Maya Vestida Di Goya,  Le Tre Grazie di Rubens (piccolo gossip quella di sinistra è la giovane 2* moglie ventenne del vecchio pittore), l’Hermafrodito, la Maya Desnuda, La Donna in blue e la Guernica di Ricasso.
Si prosegue verso il Thyssen Bornemisza, (6 €) fondazione privata del barone Thyssen appunto, amante ed estimatore di grandi opere e dipinti, raccolte dopo la sua morte proprio in un palazzo del 700; è considerata la più grande collezione privata al mondo.
Concludiamo il pomeriggio al parco del Buen Retiro passiamo dall’entrata nord e dopo una breve camminata si raggiunge la statua e il colonnato che si riflettono nel lago, suggestiva l’immagine riflessa nell’acqua con tutto intorno le barchette sospese. Di seguito andiamo al Jardin Botanico Reale, (2 €) proprio dietro il Prado, con un’esposizione di Yasumura, architetto giapponese venerato a New York, questi sono luoghi ideali per rilassarci tra varietà di piante tropicali, cactus, fiori, nelle serre e tra gli alberi e erbe  medicinali…
Per cena possiamo andare al ristorante EL Lacon, (Barrio Del Las Letras, Via Manuel Fernandez Y Gonzalez , n.8) posto proprio tra il Prado e il teatro Espanol, verdura, carne, fritura de pescado e embutido a volontà, tutto rigorosamente alla brasa, accompagnati da un ottimo vino locale , rigorosamente d’annata!

A questo punto un’osservazione è di rigore, a Madrid se la siesta pomeridiana vecchio metodo per sottrarsi al caldo sole è un buon modo per recuperare energia, la siesta serale è ancora peggio, nel senso che si cena realmente tardi, e bisogna “prepararsi”  a fare le ore piccole negli spettacoli della dopo-notte, perché tutto viene ritardato dopo le 24.00 e si continua ad oltranza, magari fino all’ora della colazione e oltre.

I madrileni vivono decisamente di qualità, nel senso che si gustano la tavola, amano soffermarsi in compagnia dopo  i pasti, si dilungano per la conversazione, degustano i vini accompagnandoli con olive  e assolutamente originale ed imitabile è la loro idea del Museo Del Jamon (ce ne sono tantissimi in tutta la città) musei o salumerie sempre aperte , dove è possibile assaggiare fettine di prosciutto essiccato o salame o salsicce praticamente a tutte le ore del giorno e della notte, la città è popolata da veri buongustai!!

Plaza santa AnaNella mattinata successiva uscita al mercato di san Miguel, tipico per le sue bancarelle di frutta e verdura racchiuse in una serra di  vetrate con magnifiche piastrelle, poi ci si dirige, questa volta comodamente in metro, verso la stazione di Atocha per visitare il Centro de Arte Reina  Sofia, museo di arte moderna. (6 € domenica free admittion = gratis)
L’edificio che ospita il museo  era un vecchio ospedale del 1800 al quale sono stati aggiunti all’esterno della facciata principale che da su Stacion de Atocha , due enormi ascensori in vetro e un’enorme statua centrale.

Anche qui grandi opere, spettacolari tele,  ammiriamo sculture e dipinti del surrealista Mirò, ma anche opere minori di Picasso, Gonzalez e del grande Salvador Dali, già ammirato nel museo di Figueras Molto Interessante Il Grande Masturbatore E Figura A Una Finestra .
L’unico neo è che qui, in tutti i piani, al contrario che al Prado, non si può fotografare anche senza flash!

Per pranzo andiamo a mangiare carne e pescado alla griglia. Gustiamo di tutto mariscos, pimientos a la braca, patatas, chorizo, queso, jamon serrano, banderillas.
Per cena pesce in un ristorante Galiziano, carinissimo, si chiama Ribeira Do Mino, In Santa Brigida 1 – Marisqueria, Solo Patos Tipicos Gallegos, con tanto di camerieri gallieni, damigiane di vini gallieni, reti da pescatori  aglio peperoni e scritte appese alle pareti con segnalato “è assolutamente vietato cantare…..”
Anche qui assaggiamo qualcosa di nuovo e di particolare “il membrillo” un frutto dolciastro pseudo fico/pera abbinato al buon formaggio “casera” servito come dessert.

Nell’ultima giornata a disposizione, facciamo nuovamente un giro verso Latina, nel quartiere del Rastro, tra Calle Alta E Bassa, curiosando per il mercato delle pulci.
qui è un’orgia umana, venditori, urlatori, turisti, gitani, madrileni si mischiano nella folla a caccia di qualche buon affare presso le bancarelle tipiche che vendono di tutto, zapatos, vestiti, mobili, incensi, monili, e solo dopo molto, risbuchiamo davanti al teatro de Antologia De Danza Espagnola, ai fiorai, alle edicole e ai localini di artisti .

Continuiamo a seguire un percorso invisibile e finiamo al Palacio Real grande fortezza nonché residenza dei reali, nella maestosità delle sue facciate blu e con il campanile che si eleva al cielo.
È tardi, riprendiamo strada verso il Senator, rivediamo con piacere l’altissima statua in Plaza De Colon, quella antica con Cristoforo Colombo su una guglia che guarda verso le Americhe e poco più in la il monumento moderno sempre a lui dedicato, con dei bassorilievi scolpiti nella roccia a raccontare la storia della scoperta del 1492.
Il tempo in questi soli 4 giorni è decisamente volato

Libri e Guide:

Guida di Madrid
VISITARE MADRID : INFORMAZIONI E PICCOLA GUIDA
Guida Madrid
Cosa Visitare a Madrid
Guida di Madrid
Guida dI Madrid
Madrid piccola guida di viaggio
Guida di Madrid cosa vedere nella città e nella regione
Guida di viaggi per Madrid
Guida viaggi per Madrid

Opportunita’ di studio:

Biblioteca NazionaleTour Operator specializzato in Spagna. (Personale italiano).
http://www.apturismo.com
Soggiorno linguistico in Spagna – Language-in
Impara lo spagnolo dove vuoi tu. 7 cittá in Spagna, 7 scuole di spagnolo. Soggiorno linguistico in Spagna durante tutto l’anno. ..
Link

Corsi di spagnolo in Spagna
Studiare spagnolo nelle nostre scuole situate nelle piú belle e famose localitá della Spagna! Forniamo anche l’alloggio vicino alla scuola!..
Link

Scheda:

Nome completoMadrid
Superficie607 kmq
Popolazione3.000.000
Ora localeGMT/UTC +1 (Ora dell’Europa centrale)
Ora legale – Inizioultima domenica di marzo
Ora legale – Fineultima domenica di ottobre
LinguaSpagnolo (ufficiale)

Catalano (parlata)

Basco (parlata)

Galiziano (parlata)

Valutaeuro (Euro)
Corrente elettrica220V 50 Hz
Prese di corrente
Tipo C(1)Presa europea con due spine metalliche circolari

(tipo shuko)

Link utili:

Viaggiare
Aereporto di Milano
Biglietto e Volo
Lastminute
Travelweb
Autostrade italiane
Autostrade francesi
Autostrade in Spagna

Clima
Meteo.it
Weather Yahoo

Alloggiare
http://www.raccontidiviaggi.info/Directory/Alberghi/Spagna.html
http://www.alberghihotel.info/jobs/madrid/spain/hotel/madrid.htm
www.expedia.it/default.aspx
http://www.madrid.hotels.inn26.com/
http://www.booking.com/city/es/madrid.html?aid=301020;label=es|madrid|madrid|8820
www.emperadorhotel.com
http://www.solmelia.com
www.Cheapflights.com/madrid
whttp://www.hoteltravel.com/it/spain/madrid/maps.htm
http://www.hotelsenatorgranvia.com/index.spanish.html
ww.InterContinental.com
http://www.rent.com
www.BookingPage.com
http://travellersdream.info/booknow/Madrid.php
http://www.hotelspagna.com
http://www.hotelsuecia.com

Visitare

http://www.viaggioinspagna.it
http://www.spagna.cc/madrid_spagna.html
http://www.aboutmadrid.com/
www.museoreinasofia.mcu.es
www.museoprado.mcu.es
www.museothyssen.org
www.madridvision.es
www.emtmadrid.es
www.telefonica.es
www.rjb.csic.es
www.ctm-madrid.es
www.iberia.com
www.esmadrid.com

Servizi Sanitari a Madrid

Pronto soccorso: 112 (ambulanze e urgenze). Numero attivo solo a Madrid.

Grupo Hospitalario Capio Sanidadpiù
Indirizzo:
José Ortega y Gasset, 20 – 3 planta,28006 Madrid
Hospital Alcorconpiù
Indirizzo: calle Budapest 1,28922 Alcorcón – Madrid
Hospital Clínico San Carlospiù
Indirizzo: calle Profesor Martin Lagos s/n,E-28040 Madrid

by Stilton (Raccontidiviaggi.info)